JUICY SALIF, ALESSI. Philippe Starck

nicola castellano | designer | JUICY SALIF, ALESSI. Philippe Starck


“Ho disegnato Juicy Salif per Alessi su una tovaglia di carta perché mi annoiavo ad aspettare una pizza. Era un esercizio matematico di topologia inversa applicato a uno spremiagrumi. ”  Philippe Starck

Juicy Salif nasce in Italia alla fine degli anni ’80. Philippe Starck è in vacanza e sta pranzando in una pizzeria sull’Isola di Capraia. Ordina calamari e intanto pensa al suo ultimo committente: Alessi. Deve presentare un nuovo progetto ad Alberto Alessi, ma appena si rende conto che a tavola manca il limone per i calamari, Juicy Salif prende vita nella sua testa e lo disegna sulla tovaglietta di carta che ha davanti:

Qualche giorno dopo il designer decide di inviare la tovaglietta a Milano ad Alberto Alessi, manager della società, che decide di produrre questo oggetto nato casualmente dalla mente visionaria del designer francese e nel 1990 inizia la sua produzione. Alberto Alessi ricorda: “Ho ricevuto una tovaglietta da Starck. Su di essa, fra alcuni segni incomprensibili e schizzi di salsa di pomodoro, si vedeva la forma inconfondibile di quello che sarebbe diventato lo spremiagrumi Juicy Salif.”

Oggi Juicy Salif fa parte della collezione permanente del MoMA di New York ed è sicuramente lo Spremiagrumi di Alessi, quello con la S maiuscola, nonché uno degli oggetti più iconici del mondo del design. Qualcuno dice che non funziona bene, qualcuno lo celebra come esempio di forma al di sopra della funzionalità ma resta il fatto che resta uno degli oggetti più desiderati al mondo. Negli anni sono uscite variate edizioni limitate per celebrare il successo di questa meravigliosa creatura di Philippe Starck, come ad esempio l’edizione del 25° anniversario completamente verniciata di bianco. Se volete visionare questa edizione di Juicy Salif venitemi a trovarmi nel mio studio di progettazione e non dimenticare di visitare il sito ufficiale di Philippe Starck per ulteriori informazioni.

 

  • Asilo, Prato
    [tè] cuscino
    Via Ruggiero Bonghi, Bitritto
    logo e immagine coordinata dott.ssa prudenza pedota
    :MyAtelier.net – creatività per le strade di Roma
    Piazza Umberto I, Bitritto
    Frammentazione
    Time “Alessi in Love”
    salone parrucchiere
    Ginkgo – Farnesina
    :riqualificazione urbana via calle de toledo madrid
    MyAtelier.net – Roma
    feltr(O)ine
    :tra realtà e finzione mostra alle scuderie del quirinale roma
    Wall House – Analisi semiotica
    Via Fermi, Bitritto
    M.ITT.I.CO! Azzurro
    The sky from the well
    Ghost – Via Quintino Sella, Bari
    rilievo IED
    Modellino One Half House
    Viale dei Consoli, Roma
    Fermata metropolitana Spagna, Roma
    La maison du peuple – Eaux Vives
    Via del Pigneto, Roma
    :logo e immagine coordinata Cartoleria Sesina
    Grucce
    occhiali anaglifici 3D | rosso ciano
    Carrousel – Carouge
    Nastro Azzurro Outdor, Ottobre 2011 Roma
    :cascata
    Belvedere#2 visualmagazine+art book
    logo e dell’immagine coordinata Colibrì
    Pincetto
    The Jones Family
    :casa delle spazialità
    La Baita di Ioana, Bitritto
    :square – i love xxl come ornamentare le grandi superfici
    :B&B La Dimora del RE Bitritto Bari
    logo sposaci
    Les caseuses – Chene-Bourg
    Ouverture – Chandieu
    :bitrittolive progetto di riqualificazione urbana del centro di bitritto
    7x7x7
    Sono solo un tavolo!
    the clark family
    Via di Pallacorda, Roma
    :abitare x2
    Via Veneto, Roma
    Via dei Cappellari, Roma
    Torre a Mare, Bari
    Modellino Appartamento